SABBAT

Il Sabbat, l'entropica setta nemica della Camarilla, gli Indipendenti, Clan liberi dai vincoli delle Sette e che seguono una propria organizzazione, gli Anarchici che lottano per liberare i vampiri dalle morse del potere e altre sette in gioco...
Regole del forum
DISCLAIMER: Questo regolamento e l'ambientazione della cronaca Nexus Religio sono liberaente ispirati e tratti dai vari manuali riconducibili ai giochi di ruolo “Vampire: The Masquerade” e Vampire: the masquerade 20th edition, editi in Italia con licenza rispettivamente da 25edition srl (Vampire: the masquerade) e Raven Disribution srl (vampire: the masquerade 20th anniversary edition), i quali diritti sono proprietà esclusiva di Withe Wolf Publishing, Inc. Vampire: The Masquerade è un marchio registrato dalla CCP hf. Tutti i diritti sono riservati. Tutti i nomi dei personaggi, i luoghi e le descrizioni utilizzate nei citati manuali sono copyright della CCP hf. Qualsiasi nome, termine, immagine o porzione di testo riconducibili ai manuali sovracitati, sono da considerarsi proprietà esclusiva di Withe Wolf Publishing, Inc.
L'ambientazione di Nexus Religio è liberamente ispirata ai manuali sopracitati ed ogni parte di essa riconducibile a tali manuali è da considerarsi proprietà esclusiva di Withe Wolf Publishing, Inc.
Le porzioni di ambientazione non riconducibili ai manuali sopracitati ed il sistema di gioco e regolamento (fatto salvo per le parti riconducibili ai manuali sovracitati) sono ideate da La Tana Del Coboldo a.p.s. e sono proprietà intellettuale de La Tana Del Coboldo a.p.s.
L'utilizzo e della pubblicazione del manuale di Nexus Religio sono totalmente a titolo No-Profit.
L'intento dell'utilizzo e della pubblicazione del manuale di Nexus Religio non è il plagio o la distribuzione di materiali coperti da diritti d'autore, ma bensì l'attuazione e la prosecuzione di una campagna di “Gioco di Ruolo Live” liberamente ispirata a “Vampiri: la masquerade”.


DISCLAIMER sulla natura del gioco: Tutti gli elementi mistici e sovrannaturali sono inventati ed il loro uso è inteso unicamente per il fine dell'intrattenimento. La possibile presenza di elementi o linguaggi orrorifici o volgari è da intendersi ai soli fini di ambientazione del gioco. Questo gioco è consigliato ad un pubblico adulto.

SABBAT

Messaggioda Tralli » 26/04/2014, 4:12

I Clan prettamente Sabbatici sono: Lasombra e Tzimisce. La setta è comunque composta da vampiri di qualsiasi Clan che decidano di schierarsi dalla loro. Più difficile è trovare vampiri di Clan Indipendenti al suo interno.

Il Sabbat è entropica Setta che mira alla sottomissione dell'uomo e all'esaltazione dei Vampiri. L'acerrimo nemico della Camarilla, sua contrapposizione ideologica e sua principale fonte di conflitto è la mostruosa setta conosciuta anche come "Spada di Caino".
Considerati stupidi e selvaggi assetati di sangue da Camarilla ed Indipendenti, i membri della setta vengono disprezzati dalla società dei dannati e per ottime ragioni.
ll Sabbat propugna un atteggiamento apocalittico, credendo che il tempo della Gehenna sia ormai imminente e che gli Antichi presto si sveglieranno dalle loro tombe per divorare la loro prole traviata.
Secondo la filosofia Sabbatica i vampiri sono nettamente superiori agli umani, che considerano semplicemente fonte di nutrimento e passatempo. Detestano l'umanità e desiderano soggiogarla. Considerano la natura vampirica qualcosa di superiore e non vincolabile. Sono famosi per la brutalità e la mostruosità delle loro azioni.
Tutta la cultura della Setta ruota attorno a principi gemelli di Fedeltà e Libertà. I Cainiti devono essere liberi di fare ciò che vogliono e dare sfogo alla loro natura di mostri dannati, ma devono essere sempre fedeli al Sabbat in modo da proteggersi a vicenda dalle ire degli Anziani e della Camarilla.
Il Sabbat nutre scarso rispetto per le Tradizioni diverse dall'immediata autoconservazione, e i suoi domini sono infernali zone di guerriglia urbana dove la gente potrebbe anche avere assistito alle gesta dei vampiri ma tende a minimizzare a causa di una soglia di stupore sempre più abbassata dai media e ad una intrinseca riluttanza a credere che esista il sovrannaturale.
La Masquerade (o “Il Silenzio del Sangue”, come la chiamano loro) è assai fugace nei domini del Sabbat, e buona parte dei pessimi rapporti con la Camarilla si devono proprio all’imprudenza e alla miopia del loro feroce fanatismo. Il Sabbat crede che alla fine i vampiri dovranno imporre il proprio dominio sul mondo mortale invece di nascondersi, se vogliono sperare di sopravvivere alle zanne dei loro creatori. In parte fanatici adoratori della morte, in parte culto millenaristico dell’apocalisse, la “Spada di Caino” non è esempio né di sottigliezza né di tolleranza.
I Sabbatici hanno un forte senso del cameratismo e i componenti dei singoli branchi instaurano spesso Legami di Sangue tra loro. Alcuni di questi legami vengono assunti tramite riti di Gruppo, come la Volderie, che permette a più cainiti di instaurare tra di loro un Vinculo di Vitae simile al Legame di Sangue, ma con molti più gradi di intensità.
I riti del Sabbat, chiamati Ritae, delineano una sorta di "vita religiosa" all'interno della setta, anche se potrebbe essere paragonata più ad una vita religiosa tribale. I Ritae sono dei più disparati, dai riti per la battaglia a quelli per consacrare una vittoria. I Ritae non sono però solo credenza e i loro effetti sono spesso tangibili e concreti.

VISTI DA FUORI
La Camarilla: Ho saputo che il Sabbat beve il sangue degli altri vampiri e riduce i suoi Sire in cenere durante i suoi incontri. Sono già stato in una città Sabbatica e la maggior parte sono i più degradati e violenti buchi d'inferno del Primo Mondo. Sapevate che seppelliscono quelli appena abbracciati e aspettano che escano dalla terra per “forgiarli” a colpi di badile? Come se essere vampiri non fosse già una maledizione abbastanza grande!
- Pentangelis, Neonato Tremere

Gli Indipendenti: Sono insidiosi, quei Sabbatici. Almeno, con la Camarilla lo sai che ti pugnaleranno alle spalle. Quei maniaci del Sabbat sono capaci di venderti un'assicurazione mentre danno fuoco al tuo rifugio e appendono tua sorella nel seminterrato. Non date loro troppa confidenza, perché se vi rispettano probabilmente incendieranno la casa di qualcun altro
- Zender, Ravnos del mercato nero


Gerarchia del Sabbat

- Arcivescovo: Dotato per lo più dei medesimi poteri del Principe, un Arcivescovo è quanto di più simile a quella carica esista nel Sabbat. Un Arcivescovo però è differente, nel senso in cui il Sabbat è meno interessato a tutelare le Tradizioni e più a condurre la propria guerra santa contro gli Antidiluviani e chiunque altro. Pertanto, I’Arcivescovo è in parte guida spirituale e in parte signore della guerra, promuove gli obiettivi della Spada di Caino e consolida la supremazia dei Cainiti. Quest’ultimo è un obiettivo difficile da raggiungere, in quanto non si tratta semplicemente di trasformare in un inferno sulla terra una città del Sabbat e dichiarare che i vampiri la dominano: i precetti fondamentali della Masquerade e il peso numerico puro e semplice della popolazione mortale implicano che la guerra debba essere combattuta a stadi. Troppi vampiri del Sabbat non riescono ad afferrare questo concetto essenziale, specialmente i più giovani, e perdono fiducia nei loro capi perché sono troppo impazienti per giocare sulla scacchiera dell’eterna Jyhad. Questa eversione di ignoranza è forse l’ostacolo più grande che un Arcivescovo possa trovarsi ad affrontare.

- Ductus: I Ducti sono i responsabili dei singoli branchi, e si incaricano delle faccende operative dei gruppi che comandano in maniera non dissimile ai capi delle bande criminali o di piccole tribù. Il titolo di Ductus è per lo più onorifico e conferisce prestigio e riconosci, mento al membro più esperto di un branco. La qualifica è accompagnata da una misura di autorità, ma il Ductus che fa pesare troppo il proprio grado può facilmente ritrovarsi con le chiappe ficcate senza troppo riguardo in un cassonetto dei rifiuti, se non addirittura impalettato a dare il benvenuto all’aurora successiva.

- Sacerdote del Branco: I Sacerdoti sono responsabili del benessere spirituale dei rispettivi branchi. Comandante in seconda del Ductus, un Sacerdote del Branco celebra tutti i rituali osservati dal gruppo e spesso ne crea alcuni a uso esclusivo della sua piccola congregazione. Tutti i branchi hanno almeno un Sacerdote, sebbene alcuni rari branchi più numerosi possano averne due. Nel caso in cui il Ductus venga tolto di mezzo, il Sacerdote del Branco diventa il leader temporaneo fino a quando un nuovo capo viene nominato dal Vescovo, Arcivescovo oppure (nei branchi autonomi) dai componenti stessi del branco.

- Templare: Noti anche come Paladini, i Templari del Sabbat sono una forza scelta di guardie del corpo selezionate da un Vescovo o autorità superiore. Svolgono una varietà di incarichi, sempre tuttavia con intento marziale. Quasi tutti gli Arcivescovi mantengono alle loro dipendenze un contingente di Paladini per occuparsi delle questioni delicate che è più saggio risolvere tramite una giudiziosa applicazione di Violenza.

- Vescovo: I Vescovi sono i Cainiti immediatamente sottoposti a un Arcivescovo nei domini del Sabbat e condividono i suoi doveri di alto livello, benché su scala molto minore. Un Vescovo può avere l’incarico di occuparsi di un singolo aspetto della non Vita Cainita nel dominio o essere un leader spirituale più generico, un inquisitore contro gli adoratori del diavolo, un generale militare o altra manifestazione specifica degli obiettivi del Sabbat. Alcuni domini del Sabbat non possiedono l’Arcivescovo, e sono invece governati da un consiglio di Vescovi.

- Priscus: A livello superficiale un Priscus è simile a un Primogenito, ma non viene mai nominato da un Arcivescovo o Vescovo; i Prisci guadagnano il titolo con il tempo e senza obbedire ad alcun criterio specifico. Politicamente, un Priscus è un consigliere delle figure autoritarie locali del Sabbat e non svolge alcun ruolo formale nella politica della Setta; possiede tuttavia una notevole influenza pratica.

- Cardinale: l Cardinali sovrintendono agli affari del Sabbat in estese regioni geografiche. Come superiori degli Arcivescovi, i Cardinali coordinano la Setta nelle loro città e la dirigono nella Jyhad, Inoltre, è loro compito diretto portare tutte le città entro il loro territorio sotto il controllo del Sabbat. In genere i vampiri del Sabbat vedono i loro Cardinali non più di una volta all’anno, se mai li vedono, in quanto i doveri della carica li mantengono in costante comunicazione con Vescovi, Arcivescovi, Prisci e con il Reggente in persona.

- Reggente: Il Reggente è l’autorità suprema di tutto il Sabbat, e governa la Setta dalla sua roccaforte di Città del Messico. Ognuno degli Arcivescovi o consigli di Vescovi risponde in ultima analisi a lui.
Master Tralli trallimatteo@gmail.com 3294392767
Vampiri Live Mail: vampirilivesassuolo@gmail.com
La Tana del Coboldo: www.latanadelcoboldo.it
FACEBOOK: la tana del coboldo
Avatar utente
Tralli
 
Messaggi: 560
Iscritto il: 16/07/2010, 1:25

Torna a Le Altre Sette (Sabbat, Indipendenti, Anarchici e altro)

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite